Appello del Coordinamento dei Festival del Cinema in Sicilia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato stampa diffuso dal Coordinamento dei Festival del Cinema in Sicilia al quale aderisce anche il Fotogramma d’Oro Short Film Festival. In proposito teniamo a precisare che, per l’anno in corso, la Direzione Artistica del Fotogramma d’Oro, di concerto con il Direttivo della Federazione Nazionale Cinevideoautori, ha deciso di sospendere l’organizzazione del Festival con l’auspicio di poterla programmare per il prossimo 2021.

Di seguito pubblichiamo il testo del Comunicato stampa.

CORONAVIRUS, FESTIVAL E RASSEGNE CINEMATOGRAFICHE TRA RINVII E INCERTEZZE
L’appello del Coordinamento dei Festival del Cinema in Sicilia alla Regione

Viagrande (CT), 20 marzo 2019 – I festival cinematografici ai tempi del Coronavirus rischiano di entrare anch’essi in quarantena. Con una lettera indirizzata al DipartimentoLogo FCS Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, il Coordinamento dei Festival del Cinema in Sicilia – associazione che racchiude oltre trenta manifestazioni a carattere cinematografico organizzate durante tutto l’anno sul territorio regionale – esprime preoccupazione per l’emergere delle prime criticità comparse in seguito all’emergenza pandemia Covid-19 che sta investendo il nostro Paese.

Le recenti misure prese dal Governo Nazionale con il DPCM dello scorso 11 marzo stanno avendo forti ripercussioni, dirette e indirette, su tutto il settore della promozione cinematografica. Si registra già la sospensione di alcuni festival programmati tra marzo e aprile, mentre le manifestazioni previste nel primo semestre dell’anno sono a rischio slittamento o annullamento. Non va meglio per gli eventi previsti nel secondo semestre, che accusano già la perdita delle entrate da sponsor privati – comprensibilmente provati dalla crisi delle ultime settimane – e paventano la riduzione o l’annullamento dei contributi da parte delle amministrazioni locali – che vedranno un inevitabile crollo del turismo e quindi di introiti (come la tassa di soggiorno) spesso riassegnati alle attività culturali.
Altra criticità riguarda la presenza nei festival di delegazioni artistiche di livello nazionale e internazionale, messa a rischio dalle conseguenze dell’attuale pandemia.

Alla luce di questi scenari del tutto probabili, il Coordinamento chiede al “Servizio 10 – Programmazione ed Attuazione degli Interventi in materia di Cinema e Audiovisivo” un acceleramento del processo di verifica delle istanze di rendicontazione del Bando Festival e Rassegne Cinematografiche anno 2019 e la conseguente erogazione del contributo stanziato, che darebbe ai festival un respiro economico utile per programmare attività future; chiede inoltre di velocizzare la procedura amministrativa relativa all’istruttoria sulle istanze di cofinanziamento per l’anno 2020.

In una situazione nuova e inaspettata in cui tutti sono chiamati alla responsabilità della quarantena per limitare le possibilità di contagio, la chiusura delle sale cinematografiche e la sospensione di tante attività collegate hanno spinto gli spettatori a fruire il cinema in maniera alternativa, dagli schermi di casa e attraverso la rete. Oggi più che mai la funzione sociale del cinema è imprescindibile: lo dimostrano i numerosi accessi ai portali dedicati e le molteplici iniziative di divulgazione cinematografica che in queste settimane Enti e Associazioni stanno sperimentando online con enorme successo.

Lorenzo DanieleLorenzo Daniele (nella foto a fianco), presidente del Coordinamento, a tal proposito dichiara: “La missione che festival e rassegne devono portare avanti è quella di ricondurre il cinema nelle sale, tra il pubblico reale; per questo è necessaria la massima collaborazione e intesa tra gli operatori del settore della promozione e le istituzioni ad essa preposte. In un momento così delicato, solo restando uniti andrà tutto bene: siamo certi di trovare piena comprensione nelle istituzioni di riferimento”.

Ufficio Stampa FCS
festivalcinemaisiciliani@gmail.com
+ 39 328.6292879

Home


facebook.com/festivalcinemasicilia/

“The Divine Way” di Ilaria Di Carlo a Corti … Incontri 2020

Il quinto appuntamento di “Corti … Incontri 2020” è con “The Divine Way” (La via divina) di Ilaria Di Carlo (il poster nella foto sopra) alla sede del Laboratorio Psicoanalitico Vicolo Cicala di Messina in Via Legnano n. 32.

Le proiezioni si svolgono il primo martedì di ogni mese alle ore 19,00. Come di consueto, dopo la visione del corto segue un dibattito tra i presenti.

Ilaria Di Carlo registaThe Divine Way, della durata di 15 minuti, è stato realizzato in Germania nel 2018, con la regia di Ilaria Di Carlo (nella foto a fianco) che è anche la protagonista.

Ilaria Di Carlo vive e lavora a Berlino. E’ un’artista visiva che lavora nel campo del cinema, della scenografia e delle arti dello spettacolo. Si è laureata in scenografia alla Fine Arts Academy di Roma e ha conseguito un Master presso il prestigioso College of Art di Central Saint Martin a Londra. Successivamente ha studiato produzione cinematografica digitale presso il SAE Institute di Berlino.
Dal 2011 lavora come attrice e come scenografa, tecnico delle luci e costumista per il teatro e il cinema. La sua filmografia comprende i cortometraggi The Black Book of L., In Search of Lost Time, girati nel 2017, e The Divine Way, quest’ultimo girato in cinquanta diverse location in Germania. Ilaria Di Carlo è attualmente impegnata nella scenografia di un lungometraggio che si sta girando a Berlino.

La sinossi: “Il sentiero per il paradiso inizia all’inferno” – Dante Alighieri. Liberamente ispirato alla Divina Commedia di Dante, The Divine Way accompagna gli spettatori nell’epica discesa della protagonista attraverso un labirinto infinito di scale. Mentre la donna scende più in profondità, le scale si mutano e viene intrappolata e trascinata nel loro paesaggio pericoloso, conducendoci attraverso più di cinquanta luoghi magnifici.

Il corto (sopra alcune foto di scena), presentato alla 51esima edizione del Fotogramma d’Oro Short Film Festival 2019, ha ottenuto il Premio Speciale per la Scenografia «per la labirintica gestione dello spazio in cui la regista, impareggiabile location manager al servizio di se stessa, esplicita l’ispirazione dantesca attraverso una memorabile ricerca visiva».

Appuntamento, quindi, a martedì 3 marzo alle 19,00 nella sede del Laboratorio Psicoanalitico Vicolo Cicala, via Legnano n. 32 a Messina.

Dopo la proiezione seguirà il dibattito. Ingresso libero.